La Top Ten di Novembre 2020

Pubblicato il 10/12/2020 - Marco Chinaia
L’analisi Quantalys delle migliori categorie, i migliori fondi ed i migliori benchmark di novembre 2020 per performance ad un mese.

 

 

Top 10 categorie novembre 2020 (performance ad 1 mese)

Durante il mese di novembre i mercati hanno performato positivamente, con rendimenti molto più elevati rispetto a quelli registrati nel mese di ottobre.

Inoltre, è pari a 123 il numero di categorie Quantalys con performance ad un mese positiva, aumenta notevolmente il numero di categorie che chiude il mese in positivo (solo 52 nel mese di ottobre). Questo dato rispecchia un andamento globale complessivamente positivo, che non è rispettato solamente da alcune categorie in valuta (in particolare le categorie USD: breve – medio – lungo termine, all - maturities).

Nella Top Ten si registra una netta presenza, rispetto agli ultimi mesi, della componente azionaria (9 su 10), un risultato così alto non si registrava da agosto.

I valori di performance ad un mese più alti sono stati registrati da una categoria residuale: Performance Assoluta Dividendi (+25,74%, YTD -27,00%) comparto che investe esclusivamente in mercati dei futures su dividendi di società quotate.

Con riferimento al mercato azionario, in termini geografici prevale il mercato europeo, che prende il posto del mercato asiatico, protagonista del mese di ottobre. Si trova appunto, al secondo posto l’Azionario Spagna (+24,27%, YTD -11,76%), seguito dall’Azionario Europa altri paesi (+22,86%, YTD -10,98%).

Sempre per il mercato europeo, lo stile di gestione maggiormente performante è il value, si posiziona al nono posto l’Azionario area euro Value (+18,22%, YTD -7,45%).

A livello settoriale, per la prima volta in questo 2020 rientra nei primi 10 posti l’Azionario servizi finanziari e si posiziona al quarto posto con una performance del + 21,14% (YTD -10,73%).

Infine, è l’Azionario Brasile l’unico comparto geografico non Europeo ad entrare in classifica con una performance del + 18,96% (YTD -32,20%).

Da notare che, nonostante la performance del mese di novembre sia molto elevata, dall’inizio dell’anno tutte le categorie menzionate riportano rendimenti cumulativi YTD ancora fortemente negativi. Questo rialzo mensile della performance è sicuramente un segnale positivo e una conferma di ripresa dei mercati, seppur ancora lontani dalle performance passate.

 

 

Top 10 fondi novembre 2020 (performance ad 1 mese)

 

 

In modo conforme alle categorie, la top ten dei fondi è composta quasi totalmente da fondi azionari. La sola eccezione è rappresentata dal fondo Algebris Financial Equity Fund B EUR della società di gestione Algebris Investments, che appartiene alla categoria residuale Performance Assoluta long/short equity, che si posiziona al quinto posto con una performance del 32,51%, rimanendo però in territorio negativo sull’orizzonte YTD (-9,90%).

I fondi appartenenti alle categorie settoriali dominano la classifica, con una prevalenza di fondi: Azionario energie, materie prime e oro (4 su 10), questo risultato non si osservava dalla Top Ten di luglio 2020.

In prima posizione si trova un fondo di Schroder Investment Mgt, il Schroder ISF Global Energy A Acc (+43,68%, YTD -38,53%), seguito dal fondo Invesco Energy Fund A Acc USD di Invesco Management SA (+36,37%, YTD -36,62%). Sul terzo scalino del podio si trova il fondo BlackRock World Energy Fund A2 di BlackRock (+33,99%, YTD -32,76%), ed infine, al quarto posto, il fondo BNPP Energy Transition Clc EUR Acc della casa di gestione BNP Paribas Asset Management (+32,67%, YTD + 129,44%).

Al quinto posto il prodotto Fonditalia Euro Financials R EUR (C) di Fideuram Asset Management, appartenente alla categoria Azionario servizi finanziari (+31,44%, YTD -19,80%).

A valle della classifica è presente il comparto geografico azionario europeo, rappresentato dalla casa di gestione Métropole Gestion con ben due prodotti azionari value: il Métropole Sélection P EUR Acc (+29,47%, YTD -9,30%), Azionario Europa value ed il Métropole Euro SRI A EUR Acc (+27,86%, YTD -5,71%) Azionario area Euro value, rispettivamente in settima e in nona posizione.

All’ottavo posto si posiziona il fondo SEB Eastern Europe ex Russia Fund C EUR di SEB AM (+28,97%, YTD -23,44%) Azionario Paesi Emergenti Europa ex Russia e al decimo il fondo EIS PB Equity EUR I di Eurizon Capital SA appartenente alla categoria Azionario Europa (+26,82%, YTD -10,67%).

I dati mostrano una performance YTD da inizio 2020 negativa per tutti i prodotti, ad esclusione del fondo BNPP Energy Transition Clc EUR Acc, che presenta una performance da inizio 2020 addirittura del + 129,44%.

 

 

Top 10 benchmark novembre 2020 (performance ad 1 mese)

 

 

Anche nella top ten dei benchmark, come per le categorie, nel mese di novembre sono presenti prevalentemente benchmark azionari geografici, un settoriale, una prevalenza di value per quanto riguarda lo stile (MSCI EMU Value al quarto e MSCI Europe Value al sesto) e di small cap per quanto riguarda la capitalizzazione.

Complessivamente, gli indici rilevati hanno registrato una performance positiva, non rispettata solamente da 5 indici riferiti esclusivamente al comparto obbligazionario.

Al primo posto si trova un bechmark settoriale, il MSCI World/Energy (+26,03%, YTD -38,03%). A seguire il comparto geografico guidato dall’Italia con il MSCI Italy (+23,84%, YTD -7,91%) e il FTSE MIB (+22,95%, YTD -6,15%), bene la Francia con il CAC 40 (+20,12%, YTD -6,24%). Rispetto al mese di ottobre, dove la top ten era popolata quasi esclusivamente da benchmark riferiti ai mercati emergenti, a novembre restano in classifica solamente: l’MSCI Emerging Markets Europe (+19,80%, YTD -25,79%), e l’MSCI Emerging Markets Latin America (+19,00%, YTD -27,76%).

Da Marco Chinaia Junior Analyst .