La Top Ten di gennaio 2021

Pubblicato il 12/02/2021 - Alessia Vicario e Marco Chinaia
L’analisi Quantalys delle migliori categorie, i migliori fondi ed i migliori benchmark di gennaio 2021 per performance ad un mese.


Top 10 categorie gennaio 2021 (performance ad 1 mese)

 

Per il secondo mese consecutivo la Top Ten delle categorie continua ad essere popolata interamente da categorie azionarie che, nel primo mese del 2021, registrano performance ad un mese leggermente più basse di quelle di dicembre. Risulta, infatti, in calo il numero totale delle categorie che hanno messo a segno una performance ad un mese positiva che, per il mese di gennaio, si attesta a 89 categorie (115 nel mese di dicembre, 123 nel mese di novembre) sulle 141 considerate nell’analisi.

Le performance ad un mese più basse sono state messe a segno dalla categoria Azionario Brasile (- 6,40%) e dalla categoria Azionario Paesi emergenti America Latina (- 4,17%), rispettivamente la prima e la seconda classificata della Top Ten di dicembre 2020 (+ 9,68% ; + 7,95%). Questi risultati evidenziano l’elevata volatilità dei rendimenti che caratterizza questi due specifici comparti geografici.

A livello geografico, la classifica di gennaio è popolata dall’Asia e dai paesi emergenti (6 su 10), nessuna presenza dell’Europa e solo una la categoria USA sul comparto small cap. Solo 3 su 10 le categorie settoriali.

A guidare la classifica, proprio il comparto Asiatico che vede al primo posto la categoria Azionario Grande Cina con una performance del + 7,89%, categoria che comprende investimenti in azioni di società quotate in Cina, Taiwan, Hong Kong e Singapore, seguita dall’Azionario Cina, che comprende fondi che investono in azioni quotate nel mercato cinese, con una performance del + 7,38%. Sul terzo gradino del podio si posiziona l’Azionario paesi emergenti Asia (+ 4,83%) con una performance minore di circa 3 punti percentuali rispetto ai primi due.

Al quarto posto la prima categoria settoriale rappresentata dall’Azionario Biotech (+ 4,46%), i cui rendimenti hanno incorporato la fase positiva di test e commercializzazione su scala globale dei vaccini. A chiudere la classifica le altre due categorie settoriali: l’Azionario energia, materie prime, oro (+ 2,97%) e l’Azionario salute – farmaceutico (+ 2,96%).

In termini di capitalizzazione, prevale il comparto Small Cap, che vede la presenza di una categoria appartenente al continente americano, l’Azionario USA small cap (+ 3,63%), che si posiziona al settimo posto.

Le categorie della Top Ten del mese di gennaio evidenziano une crescente performance positiva per l’economia cinese e per i principali mercati emergenti dell’Asia, ed il ritorno di alcuni settori come il Biotech e il salute – farmaceutico, favoriti dagli sviluppi sul fronte sanitario.

 

Top 10 fondi gennaio 2021 (performance ad 1 mese)

 

Coerentemente con quanto osservato a livello di categorie, anche la Top Ten dei fondi è popolata da fondi azionari, con l’unica eccezione rappresentata dal fondo: Symphonia Lux Elect Vehicles Rev EUR (C) della società di gestione: MDO Management Company appartenente alla categoria Flessibili Globale Euro, contenente fondi denominati in euro che non mostrano alcun vincolo sull’asset allocation di base (si posiziona al terzo posto con una performance ad un mese del + 13,21%).

Dal punto di vista geografico sono i mercati asiatici a dominare la classifica che, infatti, vede la presenza di 4 fondi appartenenti alla categoria Azionario Cina: il GAM Multistock China Evolution Eq B USD di GAM (Luxembourg) SA che si posiziona al secondo posto con una performance ad un mese pari al + 13,24%, il TAMAC Qilin China Champions I USD (+11,82%) della SGR Universal-Investment Luxembourg SA e il GS China Opp Eq Ptf Base Cap (+10,98%) di Goldman Sachs AMFund Services Ltd rispettivamente al quarto e quinto posto. Infine, al settimo posto con una performance del + 10,81% il fondo Invesco China Focus Eq. Fd A USD Acc di Invesco Management SA.

Due i fondi appartenenti alla categoria Azionario Grande Cina, il fondo NN (L) Greater China Equity X USD Acc di NN Investment Partners B.V. ed il fondo BG Selection Sicav China & India Eq. A della società BG Fund Management Luxembourg SA, che si posizionano rispettivamente all’ottavo e nono posto con una performance del: + 10,69% e + 10,61%. Al sesto posto, con una performance del +10,89%, il fondo BG Sel Sicav Invesco Asia Gbl Opp. A EUR appartenente alla categoria Azionario Paesi Emergenti Asia.

Agli estremi della Top Ten troviamo gli unici due fondi Azionari non legati al comparto asiatico. Al primo posto, con una performance addirittura del + 34,74%,  il fondo MSIF Global Endurance Fund Z di MSIM Fund Management (Ireland) Ltd, appartenente alla categoria Azionario Globale. Infine, in termini di capitalizzazione, a chiudere la classifica troviamo un fondo appartenente alla categoria Azionario USA small cap, l’Heptagon F Driehaus US MC Eq F C C USD di Heptagon Capital, che si posiziona al decimo posto con una performance del + 10,49%.

 

Top 10 Benchmark gennaio 2021 (performance ad 1 mese)

 

Nella Top Ten dei benchmark del mese di gennaio 9 indici su 10 sono rappresentati da indici azionari (7 geografici e 2 settoriali) con una prevalenza di Growth per quanto riguarda lo stile e di Small Cap per quanto riguarda la capitalizzazione.

Complessivamente, 43 benchmark su 82 hanno registrato una performance negativa nel mese di gennaio, numero in netto rialzo rispetto al mese di dicembre, dove gli indici con performance ad un mese negativa erano solo 12, per lo più obbligazionari. Al primo posto della classifica, coerentemente con le classifiche di benchmark e fondi, si posiziona l’MSCI China con una performance del + 8,56%, seguito dal MSCI Emerging Markets Growth (+ 6,44%). L’unico indice non azionario presente in classifica, ossia quello riferito alle commodities, lo S&P GSCI con una performance del + 6,11% si posiziona al terzo posto.

In termini di capitalizzazione, prevalgono gli small cap, due infatti sono gli indici presenti nella Top Ten, l’MSCI US small cap (+ 4,92%) al sesto posto e l’MSCI World small cap (+ 3,20%) al decimo e ultimo posto. In conclusione, all’ottavo e al nono posto si posizionano due indici settoriali, l’MSCI World/Biotechnology (+ 4,20%) e l’MSCI World/Energy (+ 4,04%).

 

Da Alessia Vicario e Marco Chinaia Analyst in Quantalys Italia .